Percorso

 

IMG 20220930 WA0032

 

 https://fb.watch/fZrE8vdPq_/

 

WhatsApp Image 2022 09 28 at 17.25.44 2

 

 WhatsApp Image 2022 09 28 at 17.46.12
20 anni. Pochi e tanti nello stesso tempo; una persona  a venti anni è all’inizio della vita ma ha già raggiunto la maggiore età e come cittadino può votare, può lavorare, può comprarsi una casa: insomma è considerato maturo per essere autonomo e responsabile eppure è ancora molto giovane.
20 anni sono pochi e tanti anche per  il modello di “Scuola Senza Zaino, per una scuola comunità” che muoveva nell’anno 2001/2002 i primi passi su una idea del dirigente Marco Orsi con una sperimentazione che coinvolgeva quattro istituti  Toscani (Lucca 7, Fauglia, Massarosa 1 e Capannnori 3 a cui si aggiunsero l’anno dopo Lucca 5 e Montespertoli); insegnanti e dirigenti che con studi approfonditi e ricerca azione confrontavano le buone pratiche che realizzavano nelle loro classi.
Nasce così in quegli anni  la piccola rete delle Scuole SZ a norma del DPR n. 275 del 1999 e viene data vita al Gruppo Fondatore.
Nel 2009 viene promossa una ricerca sugli esiti degli apprendimenti nelle scuole Senza Zaino della Toscana, condotta dall’Università di Firenze, i cui risultati confortanti sono contenuti nel testo di Menesini, Pinto e Nocentini dal titolo: Apprendimento e competenza sociale nella scuolaUn approccio psicologico alla valutazione e alla sperimentazione edito da Carocci (2014).

La ricerca spinge il Gruppo Fondatore a fare due nuove grandi azioni: nel 2012 viene costituita l’Associazione Senza Zaino e nel  2013 viene pubblicato il testo “Linee-Guida per le scuole. Un Approccio Globale al Curricolo” edito da Tecnodid, dove si individuano i 5 passi per la realizzazione del modello di scuola:

  1. organizzare gli spazi, dotarsi di strumenti e tecnologie didattiche;
  2. organizzare la classe, differenziare l’insegnamento;
  3. progettare, valutare e organizzare le attività didattiche,
  4. sviluppare i saperi e la cultura;
  5. gestire la scuola-comunità nell’istituto–rete di comunità; coinvolgere i genitori, aprirsi al territorio.

Il modello di scuola, seppur ancora giovane, si sta consolidando (sono pubblicati anche i primi libri) ed la Rete nazionale delle scuole e l’Associazione costituiscono un movimento dal basso che si amplia e si espande costantemente.
Oggi la Rete è composta da 684 scuole riunite in 308 istituti distribuiti in tutte le regioni; 22 di queste scuole sono scuole Polo regionali che coordinano reti territoriali.
Il modello è conosciuto, studiato, apprezzato ed a volte criticato.
Per la sua realizzazione servono da parte di ogni scuola impegno, formazione, coraggio, alleanze; serve avere una visione di scuola aperta all’innovazione, alla ricerca, al dialogo con i territori. La Scuola Senza Zaino non è un progetto fra i tanti ma un Modello di Scuola che nasce da una visione culturale e valoriale che abbiamo definito “Approccio Globale al Curricolo”.
E’ un modello dinamico frutto di un lavoro di ricerca costante che si confronta con i tempi ed i cambiamenti della società anche quelli attuali generati da una pandemia che sta coinvolgendo la scuola di ogni ordine e grado.

Festeggiare i 20 anni di Senza Zaino - non in forma autocelebrativa - significa confrontarsi con i territori nei quali il modello si è sviluppato, confrontarsi con i docenti ed i dirigenti che questo modello hanno implementato con originalità e ricchezza pedagogica nelle loro scuole, significa confrontarsi con le istituzioni nazionali, le università, gli organismi europei che ci osservano e ci studiano. Significa per noi anche aprire nuovi scenari di ricerca e di studio con iniziative pubbliche e progetti particolari con quello avviato con l’impresa sociale Con i Bambini che porta il titolo “L’Ora di Lezione non Basta” che coinvolge 15 scuole Senza Zaino e 15 partner scelti con cura.

Il 1 ottobre 2021 abbiamo aperto l’anno scolastico e l’anteprima delle iniziative dei 20 anni con un dibattito pubblico dal titolo “Porte Aperte A” proprio per dare significato al lavoro che facciamo ogni giorno; le porte delle scuole Senza Zaino sono aperte al confronto fra docenti, al dialogo con la comunità, all'innovazione didattica, alla ricerca pedagogica, alla partecipazione attenta e consapevole dei bambini, dei ragazzi e dei giovani.

Le molte iniziative, di cui daremo informazione,  sono organizzate sui territori in collaborazione con le scuole e si dipanano nel corso di tutto l’anno solare 2022 fino a chiudersi con un convegno nazionale previsto a Lucca per il 15 ottobre prossimo. Poiché ogni iniziativa avrà la possibilità di essere seguita anche a distanza,  invitiamo tutti i nostri docenti a darne comunicazione  ai genitori delle loro scuole ed a rimanere ancora accanto alla grande comunità di Senza Zaino  in questo terzo difficile anno della crisi pandemica. 

Daniela Pampaloni
Co-fondatrice del modello 
Coordinatrice nazionale della Rete

PON 14 20

POR piccolo

LOGO TFA

logo sznuovo

MAD logo

Inizio pagina
Utilizzo dei cookie

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti.
Potrebbero essere presenti collegamenti esterni (esempio social, youtube, maps) per le cui policy si rimanda ai portali collegati, in quanto tali cookie non vengono trattati da questo sito.